Logo Fà la cosa giusta Trento

Aperitivi culturali: Logical Ape

Grande iniziativa della nuova Consulta per i Giovani di Pergine. Tre incontri per parlare di ambiente e sostenibilità davanti ad un aperitivo.

Quando: martedì 24 agosto, 31 agosto e 7 settembre alle ore 18.00.

Dove: i primi due eventi si terranno nel bambueto gigante di Logical Forest, località Rastel a San Cristoforo (Pergine Valsugana), il terzo da definire.

Cosa: La nuova Consulta per i Giovani di Pergine propone LOGICAL APE, una serie di aperitivi culturali che saluteranno l’estate, parlando di ambiente e sostenibilità! Due dei tre eventi si terranno presso la sede LOGICAL FOREST di Yuri Teverini che, con l’aiuto di altri due collaboratori (Matteo Bruschetti e Claudio Valenti), ha dato vita ad una vera e propria foresta di bamboo gigante.

Per ogni singolo partecipante verrà chiesto di mostrare il certificato di green pass.

Per maggiori informazioni: seguire la pagina Instagram della Consulta per i Giovani di Pergine.


Programma

1. PRIMO APPUNTAMENTO (24/08):
Cos’è Logical Forest; con Yuri Teverini

Yuri mostrerà ai presenti il lavoro della piantagione da lui creata con una dettagliata spiegazione del progetto e delle possibili evoluzioni che vi saranno, a seguito vi sarà un aperitivo/degustazione con pietanze a base di bamboo, le bevande saranno fornite dall’azienda drink line di Pergine Valsugana. Sarà presentato il nuovo logo della nuova Consulta dei Giovani di Pergine, creato da @_its.ahmed: uno studente frequentante l’accademia di belle arti di Verona.

È previsto anche un rinfresco a base di prodotti con il bamboo, con un costo di 5€, bibite escluse.
Se vuoi partecipare e usufruire del rinfresco, iscriviti al form.

2. SECONDO APPUNTAMENTO (31/08):
Vaia & Fridays for future, realtà locali e nazionali che ogni giorno si battono per salvaguardare il clima.

Federico, mente del progetto VAIA, a capo di un gruppo di giovani determinati a realizzare un nuovo modello di business, per andare oltre l’idea di “consumo sostenibile”.
Dopo la catastrofe meteorologica Vaia, sono stati abbattuti 42 milioni di alberi su una superficie di 41 mila ettari. Federico ed il suo team di collaboratori si impegnano a ripristinare le risorse naturali di un ecosistema. Ciascun prodotto venduto rappresenta un albero che VAIA pianterà per dare nuova vita a boschi e foreste. “Quando scegli di comprare VAIA, non stai acquistando solo un semplice oggetto, ma il pezzo di una foresta che, grazie al tuo aiuto, può rinascere”.

FRIDAYS FOR FUTURE.
Giovanni Mori, un ragazzo di Brescia, portavoce di Fridays For Future (Italia): un movimento globale che riconosce l’Emergenza Climatica e fa conoscere la crisi che il nostro pianeta sta attraversando ed il nostro futuro sta subendo.

Oltre a questi due ospiti la serata sarà accompagnata dai suoni e dalla musica di The Legn : la band musicale locale composta dal cantante e percussionista Luca Andreatti ed il chitarrista Gianni Carlin.

3. TERZO APPUNTAMENTO (07/09):
MINIS FOOD, IL CIBO CHE CAMBIERA’ IL MONDO.

Davide Rizzoli, 23enne Perginese, lo chef che vuole rivoluzionare la classica cucina e salvaguardare l’impatto ambientale che viviamo ogni giorno. Ha deciso di promuovere un’alimentazione a base di insetti.. ovviamente commestibili!
Si richiede un’offerta significativa di 10 euro per partecipare alla degustazione per la materia prima che lo chef servirà.

Potrebbe interessarti anche…

Boicottate quel Vertice

di Redazione

Già molte decine di persone – scienziati e ricercatori indipendenti, docenti universitari e insegnanti, esponenti dei movimenti e della società civile – invitano a boicottare il vertice mondiale sull’agricoltura e l’alimentazione che si terrà a settembre a New York.

agricolturaalimentazionepetizione

A Perugia una comunità che vive di permacultura

di Redazione

Italia Che Cambia ha raccontato i progetti di Comunità di Etica Viventi, che ha rigenerato 30 ettari di terreno nella città di Perugia. In questo articolo, Daniel Tarozzi racconta i progetti della Comunità, che si basano sulla permacultura, con un'intervista a Fabio Pinzi ed Eve Eisenreich. Nell'opera di rigenerazione del terreno, oggi, al primo posto c'è anche la gestione delle acque.

Comunità di Etica ViventePermaculturaPerugiarisorse idriche

Una playlist per “ascoltare” la fine del mondo

di Anna Molinari

Una playlist senza tormentoni estivi, ma con pezzi che raccontano "la fine del mondo": da "The world should evolvé around me" dei Little Jakie ad "After the storm" dei Mumford and Sons. In questo articolo uscito su Unimondo.it, Anna Molinari stila una "playlist per la fine del mondo" che lascia fluire lo sconforto e la tristezza accumulati negli ultimi anni. Perché, si sa, dalla musica può nascere unione e possono sorgere iniziative collettive che portino alla difesa della nostra casa comune.

canzonifine del mondoPlaylist

Hai bisogno di informazioni?