Logo Fà la cosa giusta Trento

Il Festival delle idee di Rovereto è alle porte

Parte il 17 settembre l’edizione numero due del Festival delle idee nato nel marzo 2020. Quest’anno Moltiplicazioni ha deciso di includere molte altre attività.

Il festival delle idee si terrà dal 17 settembre al 3 ottobre a Rovereto. Saranno due settimane ricche di attività, incontri e laboratori organizzati assieme alle associazioni locali che hanno come obiettivo l’Agenda 2030 dell’ONU. Per vedere il programma visitate la pagina Facebook di Moltiplicazioni

Quando: dal 17 settembre al 3 ottobre 2021

Dove: Rovereto

Cosa: Festival delle idee con attività, dibattiti, laboratori per parlare degli obiettivi dell’Agenda 2030 divertendosi.

Nella giornata conclusiva, domenica 3 ottobre, Fa’ la cosa giusta! Trento parteciperà con la mini-fiera al Festival delle Moltiplicazioni portando all’interno della kermesse, sita alla Manifattura. 

Come è nato il nome Moltiplicazioni? 

Il progetto è nato per diffondere il più possibile tra le persone l’Agenda 2030 e favorire il dibattito  sulle tematiche legate alla sostenibilità ambientale, sociale, economica ed istituzionale. È sostenuto dal Piano Giovani di Rovereto, dal Comune di Rovereto, dalle Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Trento e dalla Fondazione Caritro.

Per partecipare al progetto scrivete a rovfestival2030@gmail.com o iscrivetevi alla newsletter, dove potrete trovare informazioni, eventi e storie.

Potrebbe interessarti anche…

Un gioco da ragazzi

di Vittoria Mamerti

Economia e finanza, sostantivi femminili. Eppure c'è ancora troppo poco di femminile nel mondo dell'economia e della finanza.

Campagna per una legge sull’agricoltura contadina in Italia

di Elisabetta Chiesa

Riceviamo e diffondiamo la Lettera aperta ai Contadini e alle Contadine d'Italia, per fare in modo che le istituzioni riconoscano l'agricoltura come modello agricolo specifico distinto.

contadiniItalialegge

Giovani per il clima: la prima denuncia climatica alla Corte Europea

di Margherita Mescolotto

Sei giovani attivisti portoghesi denunciano 33 paesi europei alla Corte Europea di Strasburgo, poiché violano i diritti umani, non rispettando l’Accordo di Parigi del 2015. “Abbiamo il diritto di vivere in un mondo sicuro. I governi devono agire ora per prevenire una catastrofe climatica. Domani sarà troppo tardi.”

ambienteattivismo giovaniledenuncia

Hai bisogno di informazioni?