Logo Fà la cosa giusta Trento

Un aperitivo solidale tra Trentino e Piemonte

Mercoledì 24 novembre, un aperitivo che unisce Trentino e Piemonte, organizzato da Fa' la cosa giusta! Trento e da Trento Consumo Consapevole. A seguire, altri due appuntamenti "culinari".

Un aperitivo solidale online per scoprire le prelibatezze e la storia di AltaLanga, un’azienda agricola che si trova ad Alba, in provincia di Cuneo. Il momento di condivisione è organizzato da Fa’ la cosa giusta! Trento assieme a Trento Consumo Consapevole, che da qualche anno acquista i prodotti a base di nocciole biologiche di Gian Franco Cavallotto, titolare dell’azienda agricola.

L’aperitivo solidale di mercoledì 24 novembre è organizzato da Fa’ la cosa giusta! Trento e Trento Consumo Consapevole

Quando. Mercoledì 24 novembre alle 18.30. 

Link all’evento: https://www.facebook.com/events/208880904724465?ref=newsfeed

Il produttore. AltaLanga coltiva nocciole biologiche di alta qualità, che poi vengono trasformate in nocciole tostate, praline, creme spalmabili, pasta per gelati, torroncini, torte, brut&bon, tartufi dolci e altre specialità in un laboratorio che si trova nel cuore di Alba. 

Il calendario di appuntamenti. Economia Solidale Trentina ha in programma, per giovedì 25 novembre alle 16.30, il webinar “Che cibo mangeremo?”. Interverranno Fabio Ciconte, giornalista ambientalista, Mauro Poli, responsabile marketing e sviluppo del gruppo Poli, Francesca Forno, professoressa di sociologia all’Università di Trento, e Alfio Ghezzi, chef stellato.

Giovedì 2 dicembre alle 20.30, Trento Consumo Consapevole incontra, sempre in modalità online, Maso Michael, un’impresa sociale nata da meno di un anno a Serrada di Folgaria che produce ortaggi e trasformati. Ogni settimana, a Maso Michael si possono trovare anche i prodotti biologici di alcune aziende trentine che portano avanti progetti sociali.

Potrebbe interessarti anche…

Sono davvero le grandi aziende ad alimentare il mondo?

di Marianna Malpaga

Una ricerca della Fao dichiara che i piccoli agricoltori nutrono il 30 per cento della popolazione. Un gruppo di organizzazioni ha scritto una lettera alla Fao per protestare con quest’affermazione: i piccoli produttori nutrirebbero, secondo i loro calcoli, il 70 per cento della popolazione mondiale.

faonazioni unitepiccoli produttoriproduzione alimentare

Chi ammazza l’Amazzonia?

di vivilaintred

QUal è il filo che ci unisce alla foresta amazzonica? Due partecipanti al progetto Vivila in 3D hanno intervistato Paulo Lima e Claudia Fanti.

amazzoniadeforestazionevivilain3d

Evento: Trekking solidale a Coredo

di Redazione

Ecco a voi il trekking solidale previsto in Val di Non. Questa volta cammineremo sull'Altopiano della Predaia per conoscere le realtà solidali e biologiche del territorio.

eventomanifestazionitrekking

Hai bisogno di informazioni?