Logo Fà la cosa giusta Trento

A Natale metti in tavola Black Sheep e El Costurero

Se la calza quest'anno fosse di seconda mano? Dalla collaborazione tra Black Sheep e El Costurero nasce una bella proposta. El costurero ricicla maglioni per creare dei contenitori porta doni e Black sheep pensa al contenuto goloso.

Durante le feste possono nascere delle collaborazioni con i fiocchi. Black Sheep, pasticceria del centro di Trento ha deciso di unire le forze con l’Associazione El Costurero di Sandra Toro. 

Come prima proposta per Natale, Sandra ha ricavato da un maglioncino un bellissimo porta barattoli riciclato. All’interno potrete trovare quattro creme spalmabili: nocciola tonda gentile, mandorla di Sicilia, gianduia, arachide. 

Il costo è di 22€ e si può prenotare al numero 351/7374943

Se avete maglioni o felpe da riciclare portatele al laboratorio per la preparazione delle calze. 

La proposta natalizia che unisce due realtà presenti nel capoluogo trentino/Foto della pasticceria Black Sheep

Per un Natale ancora più goloso

Black sheep prepara inoltre un vegpanettone uvetta e arancia o vegpanettone gocce di cioccolato, arancia e mandorla e un vegpandoro

La prenotazione è obbligatoria al numero 351/7374943 e si può ritirare sia in negozio, sia farselo recapitare a casa, se abitate nelle province di Trento e Bolzano, con un contributo aggiuntivo di 3€. 

Se invece volete regalare un box, questa è la proposta di Black Sheep:

Granola, crema spalmabile di mandorla, barretta di cioccolato raw, mandorle pralinate, cookies con gocce di cioccolato, barretta energetica raw datteri, cacao, anacardi. 

Si può aggiungere anche un buono da ritirare a piacere al laboratorio di Via Belenzani.

Per maggiori informazioni visitate la pagina Facebook di Black Sheep.

Potrebbe interessarti anche…

Contro i consumatori

di Elisabetta Chiesa

La retorica pubblicitaria della compagnia petrolifera ExxonMobil, come dichiara un recente studio dell’Università di Harvard, delega le responsabilità per il cambiamento climatico ai consumatori, minimizzando la propria.

comunicazioneconsumatoriindustria

Con “Unicalana”, la creatività valorizza un prodotto locale

di Marianna Malpaga

Da qualche anno Michela Frizzi ha iniziato a interessarsi alla lavorazione della lana trentina. È nata così “Lanetta”, una saponetta che ora si trova in alcuni negozi del territorio e che è decorata con lana, spezie da cucina e fiori. Michela ha creato anche “Unicalana”, un brand (e una pagina Instagram) in cui presenta le sue creazioni.

LanettaMichela FrizzisaponettaUnicalana

Nuovo laboratorio: gel ai semi di lino

di Redazione

Ecco il prodotto ideale per i vostri capelli. Gel facile da preparare, nutriente e sostenibile. Giulia De Paoli ci racconta come ha scoperto il gel e come sono cambiati i suoi capelli dopo l'uso.

curadellapersonagelsemidilinoNuovo Laboratorio

Hai bisogno di informazioni?