Logo Fà la cosa giusta Trento

KM0: la comunicazione sociale ai tempi dei social

Siamo giunti al sesto incontro del percorso di formazione Ambiente, stili di vita e sostenibilità del progetto KM0. Il tema predominante è stata la comunicazione alla sostenibilità sui social media.

Durante il sesto incontro, svoltosi venerdì 26 marzo, i partecipanti del progetto KM0: Giovani volontari per fare la cosa giusta hanno avuto la possibilità di approfondire una tematica molto sentita e sempre più centrale: la comunicazione efficace sui social.

L’ospite dell’appuntamento è stato Andreas Fernandez, sociologo della comunicazione nonché responsabile dell’area comunicazione presso il CSV Trentino – Non Profit Network e presso Villa Sant’Ignazio.

Le domande principali poste da Andreas sono state due:

  1. Come si spiega la comunicazione sociale e la sostenibilità ai tempi dei social?
  2. Dopo un anno spartiacque come il 2020, in quali direzioni si muoveranno i comportamenti delle persone in ambito social-digital?

Le risposte sono arrivate anche dialogando con i giovani volontari, che hanno espresso i loro punti di vista e hanno prima di tutto cercato di dare una definizione di comunicazione sociale:

“La comunicazione deve portare cambiamento. La comunicazione sociale ha impatto solo se è in grado di cambiare la percezione dei nostri pubblici di riferimento”.

Comunicare temi delicati e fondamentali come quello della sostenibilità (economica, ambientale, sociale) è un compito difficile, che spesso viene sottovalutato. I consigli di Andreas sono stati utili ai giovani partecipanti del progetto, alcuni dei quali stanno preparando una campagna di sensibilizzazione su queste tematiche. Se comunicare è difficile, lo è ancora di più farlo sui social network, sempre più utilizzati e ricchi di notizie, anche false.

Andreas Fernandez ha mostrato ai partecipanti il report Digital 2021, pubblicato da We Are Social e Hootsuite, che mostra quanto la tecnologia sia diventata una parte essenziale della nostra vita nell’ultimo anno, soprattutto per l’utilizzo dei social media, cresciuto a dismisura. Il Covid-19 infatti ha introdotto nuove sfide e possibilità che bisogna conoscere e utilizzare al meglio.

Quali sono quindi le azioni da compiere per comunicare al meglio sui social?

  1. Amplificare e attrarre, creando attenzione sui contenuti confezionati;
  2. Fare rete;
  3. Dialogare: il contenuto deve creare interazione, stimolare le reti.

Trattare le tematiche sulla sostenibilità con estrema attenzione, chiarezza e verità è un altro passaggio fondamentale.

I giovani volontari in questo dialogo con Andreas Fernandez hanno potuto conoscere delle tecniche specifiche per comunicare al meglio, oltre che capire quali sono i linguaggi dei vari social, intercettare i pubblici di riferimento e creare una perfetta campagna di sensibilizzazione.

Tutti consigli che saranno utili in vista del loro volontariato presso l’Ecosportello Fa’ la Cosa Giusta! Trento.

Potrebbe interessarti anche…

Regala una borsa solidale a Natale

di Redazione

Dalle collaborazioni possono nascere grandi progetti. L’idea è venuta all’Azienda Agricola La Bis che grazie alle abilità nell’ambito della sartoria di Salim Tourè, ha deciso di creare diverse proposte per un Natale solidale speciale.

borsanatalesolidale

Carlo Petrini: il futuro del pianeta nelle mani dei giovani

di Angela Nardelli

Durante il 69° Trento Film Festival Agenzia di Stampa Giovanile ha intervistato Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, sui temi dell’educazione e quindi sui giovani, sull’attivismo e soprattutto sulla responsabilità che le nostre azioni quotidiane hanno nei confronti della natura, dell’ambiente e del futuro.

intervistaslow foodtrentofilmfestival

Convegno CSA: Soluzioni sociali per problemi epocali

di Redazione

Il Convegno nazionale del CSA si terrà a Trento sabato 13 novembre presso l'Università di Sociologia. Tanti spunti su cui riflettere e limitare la distanza tra produttore e consumatore

convegnonazionalecsa

Hai bisogno di informazioni?