Logo Fà la cosa giusta Trento

BiodiverSo: corso per l’orto

Corso di formazione sulle buone pratiche per favorire la biodiversità e la sostenibilità negli orti.

Percorso formativo che mira a sensibilizzare i partecipanti sull’importanza di una gestione naturalistica dell’orto per favorire la biodiversità e perseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile SDGs 2030.

Si vuole inoltre promuovere la realizzazione degli orti didattici come un’opportunità di valorizzazione territoriale con valore educativo e formativo portando l’esempio della realtà de L’Orto in Villa.

Iscrizione

Entro lunedì 10 maggio compilando il seguente modulo online: https://forms.gle/uiodoALSEntyQesS8.

Costi

  • 25€ per l’intero corso con rilascio di attestato (parte online e in presenza per un totale di 14 ore)
  • 20€ per la sola parte online con rilascio di attesto ( per un totale di 6 ore)
  • gratuito per la partecipazione ad un solo modulo online a scelta tra quelli proposti

Pagamenti

Entro lunedì 10 maggio.

Beneficiario: Pro Loco cà Comuna del Meanese  

IBAN: IT 97 O 0830 4018 1800 0017352482                        ATTENZIONE la quinta cifra è una “O” maiuscola, non uno zero!

Causale: corso BiodiverSo – Nome e Cognome partecipante

Luoghi

  • Parte online tramite la piattaforma Google Meet
  • Parte in presenza all’Orto in Villa. Qui trovate la mappa per raggiungerlo.

Potrebbe interessarti anche…

Ecologia fa rima con democrazia?

di Alessandro Graziadei

Ogni paese ha un tasso di rivoluzione verde diverso. Tra i fattori che influiscono maggiormente ci sono la democrazia, la disuguaglianza sociale ed economica presente tra la popolazione.

democraziaecologiaunimondo

Strategia provinciale di Sviluppo Sostenibile | SproSS

di Redazione

La Provincia di Trento promuove una partecipazione il più possibile ampia e trasversale rispetto ai temi dell’Agenda 2030 e della Strategia Provinciale di sviluppo sostenibile.

agenda 2030provinciasviluppo sostenibile

Agriexperience, scoprire l’Italia rurale in modo lento e sincero

di Redazione

Profondità, relazioni, condivisione, lentezza. Sono queste le caratteristiche che mancano al turismo mordi e fuggi, che non lascia al visitatore ricordi ed emozioni, ma solo qualche contenuto da condividere sui social. Marianne ha voluto sovvertire questa logica, mettendosi in gioco in prima persona e rinunciando al posto fisso per realizzare un grande sogno: una piattaforma di turismo esperienziale.

agricolturasostenibilitàturismo sostenibile

Hai bisogno di informazioni?