Logo Fà la cosa giusta Trento

Sosteniamoci

Sosteniamoci è un progetto per i giovani trentini interessati alla sostenibilità e alla cooperazione internazionale. Scopri come partecipare!

Tre ragazzi di GTV-Gruppo Trentino Volontariato e ACAV-Associazione Centro Aiuti Volontari, con il supporto del Piano Giovani di Zona di Trento, hanno lanciato il progetto “Sosteniamoci”. L’obiettivo è quello di combinare la sostenibilità locale con la cooperazione internazionale e far conoscere le proprie associazioni.

Il progetto si articola in 3 giornate, potete scegliere di partecipare anche solo ad una di queste:

  1. Sabato 29 maggio 2021. La giornata sarà dedicata ai temi del riuso, dell’economia circolare e della protezione della biodiversità. Al mattino è previsto un incontro presso la sede di Di casa in cosa, una realtà che dà nuova vita agli oggetti ripresi dagli sgomberi che loro stessi realizzano. Qui conosceremo meglio la loro realtà e saranno organizzati dei laboratori pratici sul tema del riuso. Nel pomeriggio continueremo il nostro percorso alla scoperta dei progetti di cooperazione internazionale riguardanti questi temi con varie attività sia riflessive che interattive.
  2. Sabato 5 giugno 2021. La seconda giornata sarà dedicata al tema delle foreste e dell’acqua. Al mattino si andrà San Cristoforo vicino al lago di Caldonazzo per conoscere Logical Forest, un progetto portato avanti da dei ragazzi per creare una foresta educativa di bamboo. Nel pomeriggio invece svolgeremo delle attività legate alla cooperazione internazionale e all’Obiettivo di Sviluppo sostenibile 6.
  3. Sabato 12 giugno 2021. L’ultima giornata toccherà i temi del cibo e dell’agricoltura biologica, sociale e sostenibile. In mattinata saranno organizzate dei laboratori teorici sui temi della produzione agricola legata alla cooperazione internazionale e dell’Obiettivo di Sviluppo sostenibile 2. Nel pomeriggio ci sposteremo dal centro di Trento fino a Villazzano dove conosceremo l’Orto Villano – Associazione Richiedenti Terra. Con loro faremo varie attività dedicate al loro modo di fare e concepire l’agricoltura.

Il percorso si chiuderà con un evento finale che vuole essere un piccolo festival dove tutte le realtà che lo desiderano potranno avere un loro spazio per svolgere laboratori pratici, incontri informativi e altre attività dedicate a tutta la cittadinanza che vorrà partecipare. 
I partecipanti potranno contribuire all’organizzazione e all’ideazione di tale evento.
Il luogo e la data dell’evento finale è ancora in fase di definizione.

Per iscriverti clicca qui.

 

Potrebbe interessarti anche…

Sanremo. Tappeti e greenwashing firmato ENI

di Redazione

Il teatro Ariston è un luogo perfetto per lo show più in voga del momento, : il greenwashing. Comune.info in un articolo spiega che nella cittadina ligure di Sanremo il cane a sei zampe promuove Plenitude. Il tappeto rosso del festival è diventato verde. Una scelta contestata dal mondo ambientalista.

greenwashingsanremo

Imparare a vivere in un mondo a rischio

di Viola Ducati

In questi anni abbiamo assistito a innumerevoli catastrofi e ogni volta ci si chiede se c'è stata un adeguata gestione delle risorse soprattutto al momento di analizzare il rapporto annuale dell'Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione del rischio di catastrofi. Approfondite la questione qui.

catastrofiesposizionepericolorischiostopthespiralvulnerabilità

La montagna italiana senza neve

di Redazione

Sabato 28 Novembre 2020, Fa’ la cosa giusta! Milano ha presentato un dibattito online sulla questione delle montagne italiane in rapporto al cambiamento climatico. Diversi esperti sono stati concordi nel ribadire la necessità di un cambio di rotta: il turismo sciistico non è compatibile con l’ecosistema montano nell’epoca del riscaldamento globale.

montagna slowsciiturismo sostenibile

Hai bisogno di informazioni?