Logo Fà la cosa giusta Trento

Cooperativa Samuele, apre “La Botega”

Martedì 14 dicembre ha aperto il negozio di Cooperativa Samuele, "La Botega", in Via Marchetti 34/36.

Cooperativa Samuele al mercatino di San Martino. Oggi, martedì 14 dicembre, apre il negozio “La Botega” in via Marchetti 34/36

Apre i battenti oggi, martedì 14 dicembre, “La Botega” di Cooperativa Samuele. Potrete trovare i prodotti raccolti dai ragazzi e dalle ragazze che lavorano in cooperativa in via Marchetti 34/36, vicino al Parco di San Marco (e vicino ad “Artelier”), dal martedì al sabato. 

Oltre ai prodotti già presenti sull’e-commerce di Cooperativa Samuele, ce ne saranno altri. Una novità è la vendita sfusa, che renderà la bottega ancora più sostenibile. 

Da dove nasce il nome “La Botega”? È stato “preso in prestito dal dialetto trentino – spiega Cooperativa Samuele – per rappresentare quei luoghi un po’ magici che caratterizzavano la città di una volta e che non erano mai solo semplici negozi, dai quali vorremmo recuperare alcuni aspetti ripensandoli in chiave moderna”. 

A “La Botega”, il cui locale è stato messo a disposizione da Marta Baruffaldi, troverete gastronomia fresca, ortaggi e pane, formaggio, uova e salumi locali, legumi e cereali sfusi, vino e birre artigianali, detersivi e saponi ecologici. 

Gli orari di apertura per il martedì, il mercoledì e il venerdì sono 7.30 – 14.30 e 16.30 – 20.30; il giovedì 7.30 – 14.30 (il pomeriggio “La Botega” è in San Martino); il sabato 8.30 – 12.30.

Giovedì 16 dicembre ci sarà l’ultimo mercatino pomeridiano a San Martino prima della pausa invernale. Saranno creati dei pacchi regalo per il Natale con i prodotti di ogni attività che partecipa al mercato del giovedì!

Potrebbe interessarti anche…

Il risveglio del totem: i nativi canadesi e l’ambiente

di Redazione

Viene presentato alla Biblioteca Civica Emmert di Arco di Trento il libro del Max Unterrichter, laureato in scienze forestali ed appassionato di storia e natura. Il libro tratta della battaglia delle popolazioni indigene canadesi per preservare il loro habitat.

ambientelibrouomo

“Non chiamateli rifiuti. Sono stracci, valgono molto di più”

di Marianna Malpaga

Tommaso Santi e Silvia Gambi vengono da Prato e hanno girato “Stracci” (2021), un documentario che racconta un’attività più che centenaria che si svolge nella città toscana, dove vengono recuperati capi d’abbigliamento in lana a cui viene data una seconda vita. Lo straccio, a Prato, è l’abito usato, che ha una sua dignità.

documentarioindustria tessilelanaPratoriusoStracci

Ripartire dalla scuola, una sfida per tutti

di Paulo Lima

Fa' la cosa giusta! di Milano e partner promuovono serie di eventi online per riflettere sulla didattica a distanza e altri temi cruciali del mondo della scuola.

DADscuola

Hai bisogno di informazioni?