Logo Fà la cosa giusta Trento

I volti di San Martino: Stefania Gaiotto di Maso al Sole

Tra i produttori che partecipano al mercato di San Martino (Trento) del giovedì, c’è anche Maso al Sole di Civezzano, un’azienda agricola a conduzione familiare che dal 2019 è anche un agriturismo: si dorme con vista sulla Panarotta e sul Monte Bondone.

Tra i produttori che partecipano al mercato di San Martino (Trento) del giovedì, c’è anche Maso al Sole di Civezzano, un’azienda agricola a conduzione familiare che dal 2019 è anche un agriturismo: si dorme con vista sulla Panarotta e sul Monte Bondone.
Stefania Gaiotto di Maso al Sole (Civezzano) partecipa al Mercato di San Martino del giovedì sera

Ogni giovedì, nel quartiere di San Martino, a Trento, si intrecciano storie, sapori e colori diversi che appartengono al mondo dell’economia solidale trentina. Il mercato, partito a fine settembre 2021 e ora in pausa fino all’inizio della primavera, si svolge negli spazi esterni della Bookique in orario d’aperitivo, per invogliare anche gli studenti universitari a incontrare chi, quando vende, “ci mette la faccia”.

Quali sono i produttori che partecipano al mercato di San Martino? Lo raccontiamo attraverso una serie di interviste, per spiegare cosa #succedeaSanMartino il giovedì pomeriggio. Oggi ci spostiamo a Civezzano dove, dal 2006, c’è “Maso al Sole”, un’azienda agricola a conduzione familiare diventata dal 2019 anche agriturismo: le stanze, costruite con bioedilizia, hanno una meravigliosa vista panoramica sulla vallata, dalla Cima Panarotta al Monte Bondone, e si chiamano “Amore e Gratitudine”, “Cristallo del Grazie”, “Fortuna” e “Speranza”.

“Prima di far nascere l’azienda agricola, lavoravo come impiegata amministrativa – racconta Stefania Gaiotto di Maso al Sole, originaria di Civezzano -. Inizialmente il Maso è nato per l’autoconsumo, dopo quest’attività e la vita di campagna ci hanno appassionato sempre di più e il lavoro d’ufficio è diventato ‘stretto’”.

Come avete saputo che c’era il Mercato di San Martino?

Me l’ha comunicato Cooperativa Samuele.

Partecipate ad altri mercati? Se sì, qual è la particolarità del Mercato di San Martino?

No, il Mercato di San Martino è l’unico a cui partecipiamo. Mi sembrava però una bella iniziativa per far conoscere i nostri prodotti anche in città.

Che prodotti esponete?

Principalmente uova fresche, vino, gallette di mais e crauti. Condividiamo il nostro banchetto con l’azienda agricola Marco Tasin. Abbiamo cercato di fare rete siccome non esponiamo molti prodotti: così quando non c’è uno c’è l’altra, e viceversa.

Come è nato Maso al Sole?

Per autoconsumo. Io e mio marito abitavamo in campagna e volevamo provare ad autoprodurre cose buone da mangiare e sane: così ci siamo iscritti ad alcuni corsi di produzione biologica e così nel 2006 è nato Maso al Sole, che da piccola azienda agricola si è ampliato. Dal 2019 siamo anche un agriturismo che offre pernottamento, colazione e pasti.

Qual è il prodotto che vi identifica?

Sicuramente le nostre uova fresche bio.

Hai conosciuto nuove realtà con cui prima non eri a contatto a San Martino?

No, conoscevo tutti, chi più chi meno.

Perché le persone dovrebbero partecipare al Mercato di San Martino?

Perché siamo tutti produttori biologici, e perché quella biologica è un’agricoltura diversa, non intensiva: se vai al mercato contadino normale, invece, trovi produttori che fanno agricoltura tradizionale. In più il giovedì sera è un ottimo orario: le persone solitamente non lavorano e hanno più tempo per partecipare a un mercato.

Intervista a cura di Marianna Malpaga e Angela Dalpiaz

Potrebbe interessarti anche…

Marcia dei Bruchi, si parte il 4 marzo: ecco i dettagli

di Redazione

La Marcia dei Bruchi partirà il 4 marzo da Borgo Valsugana. Oggi, mercoledì 2 marzo, sono stati presentati i dettagli dell'iniziativa, che coinvolge soprattutto le scuole, in comune a Trento.

attivismo giovanilediritti umanijohn mpalizamarcia dei bruchiscuole

Candidati al nostro progetto di servizio civile

di Redazione

"Giovani in servizio civile per fare la cosa giusta!" è il nome del nostro progetto di Servizio civile provinciale universale garanzia giovani. Aperte le candidature!

giovaniservizio civileTrento

Il ciclo dell’acqua che cambia

di Elisabetta Chiesa

Un recente studio pubblicato su Nature spiega come l’evaporazione dalla superficie terrestre e la traspirazione della vegetazione siano in netto aumento su scala globale rispetto al 2003, a dimostrare un nuovo preoccupante impatto del riscaldamento climatico.

acquacambiamento climaticostudio

Hai bisogno di informazioni?