Logo Fà la cosa giusta Trento

Fa’ la cosa giusta! a Bosentino sull’Altopiano della Vigolana

Continua il tour delle ManifestAzioni Fa' la cosa giusta! per le valli del Trentino, in preparazione alla Fiera di ottobre. Questa volta in collaborazione con l’associazione Solidarietà Vigolana e diversi partner locali.

Dopo esserci incontrati a Brentonico, il terzo appuntamento delle ManifestAzioni Fa’ la cosa giusta! sarà a Bosentino sull’Altopiano della Vigolana, presso il Parco Comunale, il 29 agosto, dalle 14.00 alle 18.00. L’evento, in preparazione alla Fiera Fa’ la cosa giusta! Trento di ottobre, è in collaborazione con l’associazione Solidarietà Vigolana, progetto Sostenibilità in Cammino, Piano Giovani di Zona Alta Vigolana, Consorzio Turistico della Vigolana, Comune e Proloco di Bosentino e l’Assessorato alle politiche giovanili della Provincia Autonoma di Trento. Questa volta si inserisce in un ampio percorso di approfondimento sul tema della sostenibilità ambientale declinata sul territorio tra giugno e ottobre 2021. Sono sette incontri aperti alla cittadinanza coinvolgendo diverse realtà locali e relatori come il climatologo Luca Mercalli e i ragazzi della Conferenza dei Giovani sul Clima Trentino Alto Adige, Mariangela Franch, Francesco Gabbi, Marco Cortesi, Mara Moschini, Annapaola Marconi, Jacopo Nespolo, Michele Dorigatti e Francesca Forno.

Il programma della ManifestAzione di Bosentino prevede un mercatino dell’economia solidale con esposizione e vendita di diversi prodotti bio e non solo; una piazza del riuso, riciclo e scambio; la mostra fotografica con immagini che rappresentano la lotta allo spreco, il consumo critico e gli stili di vita sostenibili; laboratori di autoproduzione. Accanto alla ManifestAzione, verrà organizzato di mattina dalle 9 alle 12 anche un trekking solidale, ovvero una passeggiata per conoscere e fare degli assaggi nelle realtà agricole del territorio (Azienda agricola Ca’ dei Baghi, Cooperativa Sociale LavForLife, Azienda agricola Alpberries e Agritur Maso Flonkeri).

Le altre ManifestAzioni Fa’ la cosa giusta! seguiranno a Cles, Rovereto e Ravina. Promossa da Trentino Arcobaleno insieme a Viração&Jangada, L’Ortazzo e Trento Consumo Consapevole, l’iniziativa viene realizzata nell’ambito del progetto “Ecosportello Fa’ la cosa giusta!”, co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Servizio Politiche Sociali della Provincia Autonoma di Trento.

Ecco le altre realtà che co-promuovono e finora hanno aderito all’iniziativa: Comune di Calceranica, APT Rovereto e Vallagarina, APPA, Istituto Pavoniano Artigianelli, Parco Naturale Locale Monte Baldo, Comune di Brentonico, Associazione Il Gradino, Federazione Trentina Biologico e Biodinamico, Comitato Referendum Distretto Biologico Trentino, RedoUpcycling/Cooperativa A.L.P.I., Mandacarù, Maso al Sole, Tutti nello stesso campo, Ecomuseo Argentario, Orlo Subito, Pergnent, La Barberina, Peperoncino Trentino, Pannoliamo, Forchetta&Rastrello, Artenica, Tap Revolution, Logical Forest, Riù, Solidarietà Vigolana, Sostenibilità in Cammino, Piano Giovani di Zona Alta Vigolana, Consorzio Turistico della Vigolana, Comune di Bosentino, Proloco di Bosentino, Assessorato alle politiche giovanili della Provincia Autonoma di Trento, Circoscrizione Ravina-Romagnano, Libera Trentino, Slow Food, Italia che cambia, Comune di Cles, Alta Val di Non Futuro sostenibile, la Minela.

Maggiori informazioni:

Ecosportello Fa’ la cosa giusta! Trento

www.falacosagiustatrento.org

ecosportello@falacosagiustatrento.org

Cell.: 348 193 6763


Potrebbe interessarti anche…

Dalla Laudato Si’ ai Contratti di Fiume: intervista a Nino Lo Bello di FLCG Sicilia

di Marianna Malpaga

Abbiamo parlato con Nino Lo Bello, presidente di Fa' la cosa giusta! Sicilia e di Associazione per la Pace e lo Sviluppo del Mediterraneo, della Legge sull'Agroecologia approvata a luglio in Sicilia, dei Contratti di Fiume e della storia di Fa' la cosa giusta! Sicilia

falacosagiustanino lo bello

Energie rinnovabili. Obbligatorie per legge ma nessuno lo sa

di Andrea Degl'Innocenti

Il blogger e ingegnere ambientale Pietro Cambi ha lanciato un appello per sensibilizzare opinione pubblica e addetti ai lavori su un testo normativo che impone l'utilizzo di fonti rinnovabili per il fabbisogno energetico di edifici di nuova costruzione e ristrutturati. Questa legge sarebbe disattesa da più della metà degli stabili realizzati in Italia negli ultimi dieci anni.

ambienteenergie rinnovabililegge

Progetto KM0 – Il valore del cibo e delle risorse locali

di Claudio Valenti

A conclusione del progetto “KM0: Giovani volontari per fare la cosa giusta” svoltosi in Valsugana, i protagonisti raccontano il percorso di formazione e volontariato attivo attraverso un video.

formazionekm0volontariato

Hai bisogno di informazioni?