Logo Fà la cosa giusta Trento

A Ravina l’ultima tappa delle “ManifestAzioni” di Fa’ la cosa giusta! Trento

Le "ManifestAzioni" organizzate dall'ecosportello Fa' la cosa giusta! Trento si chiuderanno sabato 6 novembre a Ravina. Dalle 9 alle 13, tanti laboratori, conferenze ed espositori da sperimentare e incontrare.

Una mattinata ricca di laboratori e incontri per avvicinarsi ai temi del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Sabato 6 novembre, dalle 9 alle 13, si svolgerà a Ravina, nella cornice di Piazza della Circoscrizione, l’ultima delle “ManifestAzioni” promosse dall’ecosportello Fa’ la cosa giusta! Trento. 

Dopo il successo delle mini-fiere di Calceranica, Brentonico, Bosentino, Cles e Rovereto e sulla scia della Fiera Fa’ la cosa giusta! Trento (22-24 ottobre), l’ultima tappa delle “ManifestAzioni” tocca la città di Trento.  

La “ManifestAzione” di Cles: tante bancarelle per promuovere il consumo critico e gli stili di vita sostenibili

Oltre a un mercatino dell’economia solidale, che permetterà di incontrare i produttori locali, sono previsti anche una piazza del riuso, del riciclo e dello scambio di oggetti, prodotti e abbigliamenti altrimenti destinati alla raccolta differenziata; la mostra fotografica “Ri-scatto sostenibile”, con immagini che rappresentano la lotta allo spreco e che promuovono il consumo critico e gli stili di vita sostenibili; dei laboratori di autoproduzione, per condividere i saperi e sviluppare la creatività di ognuno; e infine un seminario condotto da esperti sui temi del consumo critico. 

Che produttori incontrerete? Dalla Locanda Dal Barba agli hobbisti

Sono diversi i produttori che parteciperanno al mercatino dell’economia solidale. Si va dalle cooperative sociali Dal Barba di Villa Lagarina e Progetto 92 alle aziende agricole Piffer Lidia, Emili e Samuele Piffer, Peperoncino Trentino e La Fonte. Ci saranno anche la società agricola Tuttoverde, Shirin Persia, che realizza prodotti in zafferano, e Nelli Ahkmetova, specializzata in giochi per l’infanzia. Spazio anche agli hobbisti con Ars Ceramicandi, De Girolamo, Manuela Gasperi e MT Ceramica, e ai prodotti di Salone Fascino, Creazioni di Titti, Boccone e Panificio Larcher. 

La “ManifestAzione” incontra la “giornata del riuso” della circoscrizione Ravina-Romagnano

La piazza del riuso, del riciclo e dello scambio è organizzata direttamente dalla circoscrizione Ravina-Romagnano, che da un po’ di tempo promuove le “giornate del riuso”. L’accesso è libero, dalle 9 alle 12, ma su prenotazione (al numero 3884777725). 

Dal “mindful eating” alla creazione di strumenti musicali: i laboratori

I laboratori spaziano dal “mindful eating”, che spiega i fattori che ci influenzano quando mangiamo, alla creazione di oggetti con materiali di scarto. La psicologa Laura Endrighi parlerà proprio di “mindful eating” in un laboratorio diviso in due turni, uno alle 9.30 e uno alle 11.30, e rivolto ai maggiori di 14 anni. “I sassolini delle emozioni”, il laboratorio proposto da Patricia Dragan di “Tap Revolution”, comincerà alle 10 ed è rivolto ai bambini, che saranno invitati a disegnare su alcuni sassolini le emozioni suscitate da foto sul tema dei cambiamenti climatici. Dalle 9.30 alle 12.30, Adriana Facenda proporrà invece un workshop per creare tanti oggetti diversi a partire da cannucce di carta.

Un approfondimento sullo spreco alimentare

Alle 11, invece, un momento per approfondire il tema della lotta allo spreco alimentare con Adolfo Villafiorita, ricercatore di Fondazione Bruno Kessler che cura il progetto “Che spreco!”. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Maddalena Di Tolla Deflorian. Sarà presente anche Paola Mosca, insegnante dell’Enaip di Ossana, che ha aderito al progetto della Fondazione Bruno Kessler assieme ad altre quattro scuole.

La mostra fotografica “Ri-scatto sostenibile” sarà visitabile anche a Ravina il 6 novembre

Le “ManifestAzioni” sono organizzate dal progetto ecosportello Fa’ la cosa giusta! Trento di Trentino Arcobaleno, in collaborazione con Viração&Jangada, L’Ortazzo, Trento Consumo Consapevole, co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal servizio Politiche sociali della Provincia Autonoma di Trento. 

Potrebbe interessarti anche…

Abbigliamento, cosmesi e non solo alla Fiera Fa’ la cosa giusta! Trento

di Redazione

Capi d’abbigliamento, trucchi e oggetti per la casa sono solo alcuni dei prodotti che potrete trovare alla Fiera Fa’ la cosa giusta! Trento. Nell’articolo raccogliamo le indicazioni per i produttori che vogliono partecipare alla manifestazione e presentiamo in breve le realtà che hanno già aderito.

ecoprodottifieraproduttori

Cercasi volontari per fare la cosa giusta a KM0

di Redazione

Aperte le iscrizioni per la nuova edizione di KM0: giovani volontari per fare la cosa giusta, un percorso di formazione e volontariato per gli interessati alla sostenibilità e all'economia solidale.

formazionekm0volontariato

“Non chiamateli rifiuti. Sono stracci, valgono molto di più”

di Marianna Malpaga

Tommaso Santi e Silvia Gambi vengono da Prato e hanno girato “Stracci” (2021), un documentario che racconta un’attività più che centenaria che si svolge nella città toscana, dove vengono recuperati capi d’abbigliamento in lana a cui viene data una seconda vita. Lo straccio, a Prato, è l’abito usato, che ha una sua dignità.

documentarioindustria tessilelanaPratoriusoStracci

Hai bisogno di informazioni?