Logo Fà la cosa giusta Trento

Il cambiamento climatico spiegato con i fumetti

Conoscete Emma Clit? È una blogger e fumettista francese che ha appena pubblicato il suo libro che tratta la questione dell’emergenza climatica. Possiamo salvare il mondo solo con le piccole azioni o c’è bisogno di una riforma urgente?

Tra gli altri volumi in libreria troverete quello di Emma Clit, blogger, fumettista e ingegnera informatica francese, che da anni si batte per far conoscere i retroscena della politica e delle lobby al grande pubblico. Lo fa attraverso i suoi fumetti, che attirano tantissimi lettori. Ha scritto diverse opere tra cui un libro sulla quotidianità delle donne e sul carico mentale domestico “Bastava chiedere! 10 storie di femminismo quotidiano”, che ha dato il là al suo successo ed ispira ancora oggi il suo blog “Emmaclit”, che parla di politica e società.

Il libro di Emma è in libreria tradotto in Italiano da Valentina Maini per Laterza

Adesso pubblica “Cambiamo il sistema non il clima”, il fumetto tradotto in italiano da Valentina Maini per Editori Laterza. Sono una novantina di pagine di piacevole lettura, che avvicinano il pubblico ad un tema molto attuale, di cui si parla tanto, ma spesso senza approfondire. Emma lo ha fatto in questi anni. Il fumetto è frutto di un lungo lavoro di analisi e riflessione sugli studi ed i testi di esperti ed esperte che hanno a cuore il nostro Pianeta e cercano delle soluzioni per non arrivare al collasso, che sembra inevitabile. Emma, nella presentazione del libro, scrive come leggendo abbia fatto fatica a capire come sia stato possibile arrivare fino a un punto di non ritorno e ciò l’ha spinta a scrivere per le nuove generazioni che pagheranno il conto di scelte sbagliate.

Uno dei passaggi del fumetto che è incentrato sui cambiamenti climatici e sulla lotta contro le lobby

Nel libricino, diviso in tre capitoli, si mettono in luce infatti le azioni del sistema politico, industriale che ha spinto alla globalizzazione. Il capitalismo e il massimo profitto hanno portato guadagno nelle tasche dei diretti interessati, ma hanno impoverito i cittadini e il nostro Pianeta. Queste decisioni e lo sfruttamento delle risorse hanno portato al surriscaldamento terrestre con immediate conseguenze sulla biodiversità, sull’agricoltura e sugli oceani. Nel testo c’è infatti spazio per brevi interventi illustrati che danno voce ad alcuni personaggi, tra questi quello di Daniel Tanuro, ingegnere agricolo e ambientalista, che spiega il fenomeno dell’innalzamento dei mari e la fusione dei ghiacciai. Il fumetto si conclude sottolineando l’importanza di cambiare il sistema immediatamente poiché con le piccole azioni quotidiane non si può arrestare l’innalzamento della temperatura ed evitare il collasso. Buona lettura!

Potrebbe interessarti anche…

Corso online: La coprogettazione quale strumento per lo sviluppo del welfare locale

di Redazione

"Confini online. Le regole del Non profit" propone un corso per chi lavora nel terzo settore e negli enti locali per introdurli alla coprogettazione e a nuove modalità di relazione.

coprogettazionecorso

“Così garantiamo il diritto all’acqua”: i progetti della cooperazione trentina

di Marianna Malpaga

L’obiettivo 6 dell’Agenda 2030 chiede di garantire la “disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua”. In Trentino ci sono associazioni che, come Solidarietà Vigolana e Acav, lavorano per facilitare l’accesso all’acqua nei Paesi in via di sviluppo perché “l’acqua è salute e la salute porta felicità”.

acavacquacooperazione internazionaledirittosolidarietà vigolana

Primo aperitivo solidale

di Elisabetta Chiesa

Un incontro aperto a tutti, dove anche i non esperti hanno potuto portare esempi e partecipare liberamente. L’esperienza di Marco Osti è stata il punto di partenza per parlare di sovranità alimentare.

eventisovranità alimentaretrentoconsumoconsapevole

Hai bisogno di informazioni?