Logo Fà la cosa giusta Trento

Presentazione progetto Tatawelo

Ti sei mai chiesto che cosa c'è dietro al tuo caffè? Si parlerà di questo, mercoledì 1 marzo, alle ore 20.30, presso la Sala Circoscrizionale - Centro civico Oltrefersina (Via Clarina 2/1).

Ti sei mai chiesto che cosa c’è dietro al tuo caffè? Si parlerà di questo, mercoledì 1 marzo, alle ore 20.30, presso la Sala Circoscrizionale – Centro civico Oltrefersina (Via Clarina 2/1).

Edera, Emporio di comunità di Trento, promuove un incontro con i rappresentanti del progetto Tatawelo, nato nel 2003 dalla sinergia tra diverse organizzazioni dell’economia solidale italiana per sostenere le comunità indigene zapatiste del Chiapas, in Messico, attraverso la commercializzazione del caffè, il maggior prodotto di esportazione e fonte di reddito per centinaia di famiglie di piccoli produttori.

Ormai da molti anni la rete dei gas trentini partecipa alla campagna di prefinanzamento rivolta alle comunità indigene del Chiapas, per mettere a disposizione dei produttori di caffè le risorse necessarie al loro sostentamento. Come funziona? Si ordina e si paga subito il caffè che verrà raccolto in estate e poi portato in Italia per torrefazione e confezionamento.

Durante l’incontro, aperto alla cittadinanza, interverrà Walter Vassallo, della coop Tatawelo.

La serata rientra tra gli incontri di conoscenza dei produttori che Edera ha scelto di sostenere con l’emporio di comunità. Sarà anche possibile decidere di aderire al prefinanziamento come socio/a Edera.

“Seminare, raccogliere e distribuire non solo chicchi di caffè, ma di giustizia, dignità, uguaglianza e autonomia”

Per maggiori informazioni scrivere a emporiocomunitatn@inventati.org

Potrebbe interessarti anche…

Giornata mondiale della giustizia sociale

di Redazione

In occasione della ricorrenza del 20 febbraio, istituita dall’ONU, Mandacarù Onlus celebra l’espansione della rete sul territorio per la vendita di banane equo-solidali.

giustizia socialemandacarùONU

Verso il 25 settembre, gli scienziati chiedono “un voto per il clima”

di Redazione

Le elezioni politiche del 25 settembre si stanno avvicinando, e non possiamo più permetterci che le azioni di mitigazione e di adattamento al cambiamento climatico vengano demandate a "data da destinarsi". Per questo un gruppo di scienziati del clima italiani ha scritto una "Lettera aperta alla politica italiana" chiedendo che la crisi climatica venga messa finalmente in cima all'agenda politica. Si chiede "un voto per il clima". Sono state già raccolte più di 10mila firme.

climaelezioniletterascienziativoto

Valdibella: il “chilometro etico” per combattere l’agricoltura industriale

di Redazione

Per proporre un'alternativa sostenibile ed etica al modello di produzione e consumo dell'agribusiness bisogna creare reti nazionali di piccoli agricoltori consapevoli che costituiscano un'opportunità praticabile per chi non vuole rifornirsi presso la Grande Distribuzione. È questa la direzione su cui sta lavorando Valdibella, cooperativa agricola pioniera del biologico in Sicilia, che ha coniato il concetto di "chilometro etico".

agricolturaitaliachecambiasicilia

Hai bisogno di informazioni?